OFFERENTE CON FOCACCIA, A CAVALLO DEL BUE

96) OFFERENTE CON FOCACCIA, A CAVALLO DEL BUE Nome: offerente con focaccia, a cavallo del bue Professione: sconosciuta Dimensioni: altezza 8 cm - lunghezza 8 cm Vestiario e aspetto: il bronzetto raffigura un uomo che cavalca un bue e porge l'offerta e il saluto devozionale. Il bue è ritto in piedi: le zampe anteriori sono più corte e lievemente flesse al ginocchio, le zampe posteriori sono più lunghe e larghe alle cosce e sollevano la groppa. La coda è ritorta sulla schiena, il sesso maschile è ben marcato. L'animale è piccolo e tranquillo, la testa grossa e squadrata, le corna brevi e ricurve in avanti; sul muso piatto spiccano gli occhi "a grossa pastiglia" e sotto le corna si rilevano le orecchie "a disco". L'uomo cavalca a pelo l'animale e le gambe ne stringono i fianchi. La mano destra regge nel palmo una focaccia rotonda con un lieve incavo nella superficie e striature sul contorno; la mano sinistra è alzata per porgere il saluto devozionale. L'offerente indossa solo un corto gonnellino che lascia nude le estremità inferiori e il petto su cui spiccano le mammelle maschili. Nuda anche la testa: la calotta schiacciata che sporge dal profilo della nuca infatti appare a a Lilliu non come un copricapo ma come una folta capigliatura a zazzera. I tratti fisionomici del viso dell'uomo invece sono alterati, caricaturali, quasi scimmieschi; occhi allungati ed incavati sotto la frangetta frontale, naso adunco, orecchie abbozzate, bocca a taglio largo e profondo. Luogo di ritrovamento: Nulvi (SS), nuraghe Orku Residenza attuale: Museo Archeologico di Cagliari Segni particolari: le corna del bue sono spuntate; il braccio sinistro è rotto al polso Curiosità: l'animale - dice Lilliu - è raffigurato mentre muggisce festoso con la bocca semiaperta e "il tono di festa è ribadito anche dal sottile collare di cuoio o di tessuto cordonato a colori che gli cinge il collo robusto".
Comune: NULVI
Prov:
Autore:
Menu