Guerriero con elmo ornato di corna e spada votiva

Guerriero con elmo ornato di corna e spada votiva 21 Guerriero con elmo ornato di corna e con spada votiva Bronzo, a 19,1 cm, con condotto di colata 20,6 cm Sardegna, località sconosciuta. Cultura nuragica VIII sec. a.C. Guerriero in piedi a gambe larghe con la mano destra sollevata in segno di saluto o di preghiera. Porta un copricapo ad elmetto piatto con la parte centrale levata a formare una mezzaluna (vedere catalogo pag.41) e lunghe corna ricurve, veste una doppia tunica: le gambe sono protette da gambali rinforzati da elementi in metallo, il collo da un collare di filo di metallo elicoidale. Davanti al petto, fissato ad una larga fascia, porta un pugnale con elsa caudata. Il guerriero regge la lunga spada votiva sulla spalla sinistra; lo scudo rotondo con una grande borchia ed a campi incisi con tratteggi pende dalla schiena trattenuto per mezzo di un passante alla spada. È conosciuta tutta una serie di guerrieri sardi di bronzo portanti spade votive, che non potevano essere idonee al combattimento (G. Lilliu, Sculture della Sardegna nuragica, 1966 nr. 82-94). Vedere anche pag.41 del catalogo. Sul volto finemente disegnato campeggiano occhi e naso su una piccola bocca. La statuetta fa parte come il nr. 20 del gruppo di guerrieri che per le loro caratteristiche sono riportati ad una fase antica ed è stata, osservando i tratti morbidi della modellatura, creata probabilmente più tardi dell’arciere precedente e dei suoi esempi simili. I valori dell’analisi dei metalli dell’istituto di ricerca Rathgen di Berlino (J.Riederer) corrispondono alla lega tipica dei bronzi sardi. Stato di conservazione: integro. Patina verde opaca, evidentemente lavorata con getto di sabbia. Letteratura: SKK (Kunst und Kultur Sardiniens, 1980) Nr. 91
Comune:
Prov:
Autore:
Menu