Babbaj dei Nuragici invoca la nascita di NURNET

pubblicato in: Senza categoria | 0
Share

di Giuseppe dei Nur – da Buongiorno Sardegna, da dove veniamo – Unione Sarda Editrice. <D’altra parte un popolo senza la memoria della sua storia, della sua provenienza, dei suoi errori e della sofferenza subita o inflitta, … sarebbe … alla stregua di un bambino lasciato solo a se stesso, a fronteggiare le incertezze e i pericoli… Così, senza l’esempio di ciò che l’uomo ha costruito non si può avere memoria della sua storia, e nemmeno ricostruirla in modo compiuto. Ed è perciò che uno dei massimi doveri che avete è custodire questo prezioso patrimonio lasciatovi in eredità … per comprendere meglio il presente e concepire un futuro migliore.> Perchè i nuraghi e la loro epoca?… <Eravamo possessori, detentori e proprietari del nostro suolo, del frutto del nostro lavoro, delle risorse che la natura generosa ci offriva e di cui noi soltanto eravamo legittimati ad appropriarci. Eravamo economicamente indipendenti ma non chiusi autarchicamente nel nostro recinto… semplicemente perchè eravamo economicamente forti, proprietari di noi stessi e della straordinaria terra dei Nur. Bella, fertile, ricca e generosa.>

Sembra che l’autore invochi la nascita di NURNET a.g. Nella foto Navicella Nuragica