La “Falsa Porta”

postato in: Senza categoria | 0

  Di Giorgio Valdès Alcuni anni fa, in un articolo che si riferiva ai metodi di datazione archeometrici, Maria Grazia Celuzza, docente di Museologia e Museografia presso l’Università di Siena, manifestava l’esigenza di rivedere il quadro cronologico della preistoria, apportando delle correzioni variabili a seconda dei periodi. Sosteneva in particolare che “in alcuni casi la correzione necessaria è molto alta: alle date intorno al 3000 a.C. ad esempio bisogna aggiungere 7-800 anni, mentre intorno al 2000 a.C. possono … Leggi tutto

LA STORIA VERA

  “Non ci toglie nulla, come sardi, il fatto di riconoscere che sono arrivati i Fenici, i Cartaginesi, i Romani, i Vandali, i Bizantini; è Storia, e noi dobbiamo raccontare la Storia vera, non la ‘fantastoria’ …” Così un noto e autorevole giornalista. Oggi alla guida della Fondazione Mont’e Prama. Vero. D’altronde, lo stesso primo concetto è avvalorato dalla famosa poesia attribuita alla, Sarda Mater, Grazia Deledda (ma non sua). Noi siamo sardi Noi siamo spagnoli, africani, fenici, … Leggi tutto

FONDAZIONE MONT’E PRAMA: QUELLO CHE È IN GIOCO.

postato in: Senza categoria | 0

di Francesco Masia Credo che la Fondazione Mont’e Prama stia facendo bene, mi sembra apprezzabile il progetto e il suo dispiegarsi, ci sono dietro impegno e competenze che sarebbe sbagliato (e controproducente) non riconoscere. Eppure, oltre al meritato plauso, ritengo opportuno proporre un appunto di fondo. Il 29 Ottobre, alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico (Paestum, SA), il Presidente Anthony Muroni ha detto, tra il molto altro (da 19’35” https://fb.watch/gtTZfv0ynZ/ ): “Non dobbiamo avere paura di valorizzare, di … Leggi tutto

Gli sbarchi dei sardi nuragici in Etruria secondo Massimo Pittau

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Il rapporto tra sardi nuragici ed Etruschi, trova conferma nel ritrovamento in Etruria (odierna Toscana e Lazio settentrionale) di numerosi bronzetti di chiara matrice isolana. Gran parte di questi manufatti, si registra “nell’Etruria settentrionale, a Populonia e Vetulonia”, come si legge nel blog del Museo archeologico nazionale di Firenze, da cui sono tratte le immagini di alcuni di tali bronzetti. A proposito di tale rapporto, Massimo Pittau così scriveva in un capitolo del suo libro … Leggi tutto

Ancora sui Filistei-2

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès In un recente post pubblicato su questa pagina fb, si era accennato alle ricerche pubblicate su Science Avance e riprese da Ethnopedia (cfr. link a margine), dove si parlava della presunta origine europea dei filistei, con una notevole percentuale di loro probabile provenienza dalla nostra regione. Argomento particolarmente intrigante, che è stato trattato da noi di Nurnet in diversi precedenti articoli. Riteniamo pertanto opportuno approfondirlo, auspicando che possa rappresentare spunto per una serena ed attenta … Leggi tutto

QUALE RACCONTO DELLA CIVILTÀ SARDA SI VUOLE PROPORRE, OGGI? Quello che i Musei non dicono.

di Francesco Masia Su un numero del mensile Scientific American del 1899 si poteva leggere: “Straordinaria questa Sardegna! Vi è stato un tempo in cui i Sardi erano di gran lunga superiori ai loro vicini; e questo è provato dai suoi monumenti, anzitutto i nuraghi, che a distanza di migliaia d’anni, per la loro grandezza e il loro numero, ancora suscitano meraviglia in quanti visitano l’isola.” Nel Giugno 2016, quando sono trascorsi 117 anni dalle parole su Scientific … Leggi tutto

Ancora sui Filistei -1

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Tentando di mettere (inutilmente) in ordine le mie raccolte di articoli vari su argomenti che in diversa maniera riguardano la nostra antica civiltà e i rapporti con il mondo allora conosciuto, mi è caduto lo sguardo su un trafiletto in cui l’Accademico dei Lincei Giovanni Garbini, a corredo dell’articolo apparso nell’edizione Settembre-Ottobre 2012 di Archeologia Viva, esprimeva le sue considerazioni in merito ai ritrovamenti di S’Arcu ‘e is Forros a Villagrande Strisaili, che comprendevano anche … Leggi tutto

MONT’E PRAMA 2014 -2022

Oggi ci piace ricordare che, quando il 23 dicembre 2014 gli scavi a Mont’e Prama furono dichiarati chiusi e il sito, sostanzialmente abbandonato, sarebbe risultato aperto e alla mercé di chiunque, un cittadino sardo, Elis, decise di installarsi con il suo furgone e il suo cane a presidio del sito. Nurnet lo supportò immediatamente e, a seguire, fu la festa di una moltitudine di persone che parteciparono al presidio e alla sua tenuta sino all’epifania del 2015. La … Leggi tutto

1847: RAPPRESENTATIVI SOLO GLI STAMENTI? ANCHE NO.

postato in: Senza categoria | 0

di Francesco Masia Verso la fine del ‘700 le masse popolari sarde, rurali e urbane, non abbracciarono, a differenza di come (e quanto) avvenne altrove in Europa, gli ideali della rivoluzione francese, che pure avrebbero dovuto rappresentare per loro una prospettiva di liberazione dal feudalesimo e dall’assolutismo monarchico. In questo ebbe quantomeno un ruolo il fatto che fossero sospinte (le masse popolari sarde) dalla fedeltà alla chiesa, i cui prelati invitavano in genere a resistere ai portatori di … Leggi tutto

I tesori di Orgosolo

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Il brano che segue, titolato “I nuraghi di Gorropu e di Mereu – Il culto delle acque” è tratto dall’interessantissima guida “Sentiero Sardegna”, che Salvatore Dedola pubblicò nel 2001 (Carlo Delfino Editore). “L’ ovile è il più lontano dal paese: s’insinua nel cuore del Supramonte a guardia dell’aspro bacino di sprofondamento di Pischina Gurthàddala, sopra Gorropu. Nel sito dell’ovile c’era un villaggio nuragico, le cui rovine sono ancora visibili assieme alla tomba dei giganti posta … Leggi tutto

1 2 3 4 80