Gli Amici di Nurnet – Giovanna Porcu e il nuraghe Crabia

pubblicato in: Senza categoria | 0
Share

Giovanna Porcu il nuraghe Crabia e Bruce Chatwin

Il 21 aprile a Bauladu non andremo solo in bicicletta, visiteremo i nuraghi o staremo insieme in convivialità, ma vi saranno degli spazi per parlare di Sardegna. Uno di questi sarà curato da Giovanna Porcu la proprietaria dell’azienda che ci ospita che, nella vita professionale, ė anche psicologa, studiosa e scrittrice. http://www.giovannaporcu.it/libri-pubblicazioni/uomini-in-viaggio/ Il libro di Giovanna che ci verrå presentato ė articolato in due parti: nella prima parla dei mammuthones e delle maschere del carnevale barbaricino, nella seconda, virtualmente, parte da Mamojada verso l’Argentina, agli inizia del secolo scorso, sulle tracce di Giovanni Piras, giovanissimo pastore che decide di tentare la fortuna. Qui, in Argentina, Giovanna si reca e, cento anni dopo il conterraneo, ponendosi sulle sue sue orme, ne ricostruisce la storia. Come Chatwin, in Patagonia alla ricerca di Butch Cassidy, piuttosto che in Australia verso i canti aborigeni, sulle tracce dell’irrequietezza, il libro raggiunge alte note liriche dove riporta interi periodi dei diari di Giovanni da Mamojada, delle sue peripezie e dei trekking che lo stesso si concede nei sentieri degli Incas, verso le Ande. In una Sardegna di giovani che hanno ripreso a emigrare il tema è quanto mai attuale e ci trascina nel dramma romantico di una vita che, comunque, continua nelle figure delle figlie sardo argentine, mamojadine di Giovanni.

Antonello Gregorini