Il Sinis, terra nuragica

pubblicato in: Senza categoria | 0
Share

Di Antonello Gregorini

Il nuraghe Pixina Arrubia … o ciò che resta.

Il giovane socio socio oristanese Andrea Corda ci invia queste foto di un grande nuraghe attualmente atterrato e soommerso da arbusti.

Questa è la condizione di gran parte dei nuraghi sulla penisola del Sinis. Sulla mappa si misurano 40 mt di diametro della parte su cui insiste il corpo principale dell’edificio. Tutt’attorno pietre, arbusti e il resto di quello che verosimilmente era un piccolo villaggio.

Il nuraghe è posto ai limiti di una vasta area di macchia mediterranea denominata Su Pranu Nuragheddus, all’interno della quale di contano le tracce di ben 10 nuraghi.

Una piccola parte di quella che secondo alcuni era l’area di maggior sviluppo economico della civiltà nuragica, così come sembrano testimoniare anche le statue di Monti Prama. Il Sinis sembra contendersi con Cagliari l’allocazione delle mitiche Atlantide o/e Tartesso