SA CABRARISSA – AUSTIS

pubblicato in: Senza categoria | 0
Share

di Antonello Gregorini

Quando i megaliti sono naturali hanno un fascino superiore e si tende ad assegnargli un anima. Quando lo fanno gli orientali lo chiamiamo animismo. Se lo facciamo noi diciamo che sono tradizioni e tendenze popolari … In qualche misura siamo animisti perché cerchiamo e sentiamo il genius loci, l’anima del paesaggio. I testi canonici cinesi implementano questa percezione nell’arte feng shui,

noi la chiamiamo buon senso…

Una popolare leggenda narra che una fanciulla originaria di Cabras, da cui il termine Crabarissa (Donna di Cabras), si innamorò di un pastore di Austis conosciuto durante la transumanza invernale, che dalle montagne faceva scendere le greggi alla ricerca dei pascoli migliori, fino alla costa dove il clima era più mite. Furono scambiati i doni e le promesse di matrimonio. Finita la transumanza il pastore ripartì per la montagna e la ragazza attese invano il suo ritorno. La giovane intraprese il lungo viaggio verso la montagna e giunta ad Austis trovò il pastore sposato con un altra donna e nel ritorno verso la pianura, la giovane rimase pietrificata dal dolore.

Immagine di Arturo Serra Testo dal sito del Comune di Austis