Risultati della ricerca


#immagini: 2237

Tempio a megaron di Spadula
L'edificio, verosimilmente nuragico, presenta dei tracciati murari rettilinei che delimitano una forma rettangolare orientata secondo l'asse longitudinale Nord - Sud. Sembra plausibile che per le successive costruzioni del recinto e della casupola siano state utilizzate pietre asportate dall'antico edificio, che per la forma e per le caratteristiche evidenti ad un primo sguardo, ricorda un tempio a megaron
Tempio a megaron di Spadula
L'edificio, verosimilmente nuragico, presenta dei tracciati murari rettilinei che delimitano una forma rettangolare orientata secondo l'asse longitudinale Nord - Sud. Sembra plausibile che per le successive costruzioni del recinto e della casupola siano state utilizzate pietre asportate dall'antico edificio, che per la forma e per le caratteristiche evidenti ad un primo sguardo, ricorda un tempio a megaron
Tempio a megaron di Spadula
L'edificio, verosimilmente nuragico, presenta dei tracciati murari rettilinei che delimitano una forma rettangolare orientata secondo l'asse longitudinale Nord - Sud. Sembra plausibile che per le successive costruzioni del recinto e della casupola siano state utilizzate pietre asportate dall'antico edificio, che per la forma e per le caratteristiche evidenti ad un primo sguardo, ricorda un tempio a megaron
Tempio a megaron di Spadula
L'edificio, verosimilmente nuragico, presenta dei tracciati murari rettilinei che delimitano una forma rettangolare orientata secondo l'asse longitudinale Nord - Sud. Sembra plausibile che per le successive costruzioni del recinto e della casupola siano state utilizzate pietre asportate dall'antico edificio, che per la forma e per le caratteristiche evidenti ad un primo sguardo, ricorda un tempio a megaron
Tempio a megaron di Spadula
L'edificio, verosimilmente nuragico, presenta dei tracciati murari rettilinei che delimitano una forma rettangolare orientata secondo l'asse longitudinale Nord - Sud. Sembra plausibile che per le successive costruzioni del recinto e della casupola siano state utilizzate pietre asportate dall'antico edificio, che per la forma e per le caratteristiche evidenti ad un primo sguardo, ricorda un tempio a megaron
Tempio a megaron di Spadula
L'edificio, verosimilmente nuragico, presenta dei tracciati murari rettilinei che delimitano una forma rettangolare orientata secondo l'asse longitudinale Nord - Sud. Sembra plausibile che per le successive costruzioni del recinto e della casupola siano state utilizzate pietre asportate dall'antico edificio, che per la forma e per le caratteristiche evidenti ad un primo sguardo, ricorda un tempio a megaron
Tempio a megaron di Spadula
L'edificio, verosimilmente nuragico, presenta dei tracciati murari rettilinei che delimitano una forma rettangolare orientata secondo l'asse longitudinale Nord - Sud. Sembra plausibile che per le successive costruzioni del recinto e della casupola siano state utilizzate pietre asportate dall'antico edificio, che per la forma e per le caratteristiche evidenti ad un primo sguardo, ricorda un tempio a megaron
Tempio a megaron di Spadula
L'edificio, verosimilmente nuragico, presenta dei tracciati murari rettilinei che delimitano una forma rettangolare orientata secondo l'asse longitudinale Nord - Sud. Sembra plausibile che per le successive costruzioni del recinto e della casupola siano state utilizzate pietre asportate dall'antico edificio, che per la forma e per le caratteristiche evidenti ad un primo sguardo, ricorda un tempio a megaron
Tempio a megaron di Spadula
L'edificio, verosimilmente nuragico, presenta dei tracciati murari rettilinei che delimitano una forma rettangolare orientata secondo l'asse longitudinale Nord - Sud. Sembra plausibile che per le successive costruzioni del recinto e della casupola siano state utilizzate pietre asportate dall'antico edificio, che per la forma e per le caratteristiche evidenti ad un primo sguardo, ricorda un tempio a megaron
Tempio a megaron di Spadula
L'edificio, verosimilmente nuragico, presenta dei tracciati murari rettilinei che delimitano una forma rettangolare orientata secondo l'asse longitudinale Nord - Sud. Sembra plausibile che per le successive costruzioni del recinto e della casupola siano state utilizzate pietre asportate dall'antico edificio, che per la forma e per le caratteristiche evidenti ad un primo sguardo, ricorda un tempio a megaron
Tomba di giganti Su Niu ‘e su Crobu o Sa Corona ‘e Crabi
Costruita con massi di roccia vulcanica (trachite), presenta la struttura integra, con camera rettangolare allungata. Il corpo tombale misura mt 10,20 x 1,25/0,80, mentre l'esedra mt 14,50 di corda x 2,70). I conci posti di coltello alla base, sono di grandi dimensioni, mentre nella parte superiore si trovano pietre più piccole. La tomba durante gli scavi dell’inizio del secolo scorso condotti dal Taramelli, presentava un’architrave a dentelli ora scomparsa. L’ingresso doveva essere sormontato da una “stele a dentelli” cioè da una pietra incisa con profonde tacche originariamente posta sopra l’architrave della quale un frammento è stato rinvenuto fra il materiale di crollo.Il monumento risulta edificato durante il bronzo Medio II, tra la fine del XV e l’inizio del XIII secolo A.C.. (Comune di Sant’Antioco)
Tomba di giganti Su Niu ‘e su Crobu o Sa Corona ‘e Crabi
Costruita con massi di roccia vulcanica (trachite), presenta la struttura integra, con camera rettangolare allungata. Il corpo tombale misura mt 10,20 x 1,25/0,80, mentre l'esedra mt 14,50 di corda x 2,70). I conci posti di coltello alla base, sono di grandi dimensioni, mentre nella parte superiore si trovano pietre più piccole. La tomba durante gli scavi dell’inizio del secolo scorso condotti dal Taramelli, presentava un’architrave a dentelli ora scomparsa. L’ingresso doveva essere sormontato da una “stele a dentelli” cioè da una pietra incisa con profonde tacche originariamente posta sopra l’architrave della quale un frammento è stato rinvenuto fra il materiale di crollo.Il monumento risulta edificato durante il bronzo Medio II, tra la fine del XV e l’inizio del XIII secolo A.C.. (Comune di Sant’Antioco)
Menu