Interconnessione tra nuraghi

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès In alcuni altri precedenti post avevamo scritto in merito al sistema di allineamento dei nuraghi, che si ripete nella quasi totalità del territorio regionale. Per essere più espliciti, un’ipotetica linea retta che unisce due nuraghi, nella quasi totalità dei casi ne intercetta almeno un terzo se non diversi altri. A questo proposito, l’antropologa Dolores Turchi, nel suo libro “Lo sciamanesimo in Sardegna”, scriveva che il professor Giuseppe Ferraro, esperto in tradizioni popolari e folklore (1846-1907) … Leggi tutto

Sardegna ed Egitto nei tempi lontani

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Tempo fa si era scritto in merito agli “scarabei”, amuleti tipici della tradizione egizia, rinvenuti in quantità ragguardevole anche in Sardegna. In particolare ne sono stati rinvenuti a Monte ‘e Prama, nel sito del nuraghe Nurdole di Orani e nell’insediamento nuragico di S’Arcu ‘e is Forros in territorio di Villagrande Strisaili. Lo scarabeo di Monte ‘e Prama è generalmente catalogato come del “tipo Hyksos”, mentre quelli di Nurdole e di S’Arcu ‘e is Forros riportano … Leggi tutto

Kaftor/Keftiou e i Filistei

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Esistono diverse rappresentazioni, in particolare nei bassorilievi egizi di Medinet Habu, di guerrieri dotati di elmo cornuto affiancati ad altri con capo piumato. I primi vengono identificati con gli Shardana, mentre i secondi, generalmente, con i Peleset, a loro volta assimilati ai Filistei. Accettata -come ragionevole in quanto corroborata da studi e rimandi bibliografici puntuali- la teoria del professor Giovanni Ugas sull’identità tra Shardana e Sardi Nuragici, occorre in primo luogo domandarsi il motivo della … Leggi tutto

LA PROF.SSA MONGIU: BASTA FOGHE NEGAZIONISTE SULLE ANTICHE ISCRIZIONI SARDE, FORSE PRE-FENICIE.

di Francesco Masia Il 23 Febbraio, nella Basilica di San Saturnino (a Cagliari), si è tenuto il 14º appuntamento dei “Dialoghi di archeologia, architettura, arte e paesaggio”, organizzati dal Museo Archeologico Nazionale di Cagliari (MANC). La Prof.ssa Luisa D’Arienzo, paleografa e Presidente della Deputazione di Storia patria della Sardegna, ha presentato una relazione dal titolo “Scripta manent? Considerazioni sulla scrittura, sopravvissuta, in Sardegna”. L’evento resta fruibile a questo link: https://fb.watch/jncE6fa6JJ/ (la telecamera riprende solo la Prof.ssa D’Arienzo e … Leggi tutto

LA FUSAIOLA DI URAS NON È CIPROMINOICA…E PERCIO’ CI SAREBBE ANCORA DA STUDIARE

postato in: Senza categoria | 0

di Francesco Masia.   Sabato 12 e Domenica 13 Settembre 2020 (purtroppo giungiamo a parlarne solo ora, quando sono passati 2 anni e mezzo), si è tenuta ad Orroli la IV edizione del Festival Internazionale della Civiltà Nuragica (Contatti culturali e scambi commerciali della Sardegna Nuragica: la rotta meridionale –Sardegna, Sicilia, Creta, Cipro), i cui atti sono stati pubblicati un anno dopo (Settembre 2021), a cura di Mauro Perra e Fulvia Lo Schiavo, per le edizioni Arkadia (https://academia.edu/resource/work/53464360). … Leggi tutto

Ancora su Tartesso

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Riprendiamo un argomento che riteniamo piuttosto interessante, anche sotto l’aspetto mediatico. Il poeta latino Avieno (IV sec. a.C.) nella sua “Ora Maritima” attestava, a proposito di Tartesso, la biblica terra dei metalli, la presenza della popolazione pastorale dei Berybraces (Ora 485 : Berybraces illic, gens agrestis et ferox / pecorum frequentis inter errabant greges ), poco oltre il fiume Tyrius. I Berybraces/Bebrici, provenivano originariamente dalla Pontide ed erano confinanti con il regno di Argantonio, che … Leggi tutto

Arzana e la longevità

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Angelo Stochino era nato ad Arzana il primo maggio 1889. Una vita trascorsa sul Gennargentu ad accudire il bestiame. Il suo podere era tra i più distanti da Arzana, in località Sa Pruna, al confine con Desulo. Il certificato di nascita di sua moglie Rafaele Monne, riporta la data del 28 maggio 1898. Dopo il fidanzamento con Angiulinu – come lo chiamavano in paese – ogni settimana preparava il pistoccu insieme alla mamma, all’imbrunire saliva in sella al suo cavallo e viaggiava … Leggi tutto

I nuraghi del Sinis

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès In rosso, nel secondo allegato, sono rappresentati gli allineamenti tra nuraghi nell’area del Sinis. Ciascun allineamento ne coinvolge almeno tre. Siccome per un’elementare regola geometrica è sempre possibile tracciare una retta che congiunga due punti, mentre la stessa retta può intercettare un terzo punto solo casualmente (salvo che il terzo punto sia stato appositamente posizionato lungo tale direttrice), le ipotesi conseguenti sono due: o gli allineamenti di tre (o più) nuraghi sono casuali o tali … Leggi tutto

5. La festa

postato in: Storytelling | 0

 di Marco Chilosi disegni di Gerolamo Exana Domani ci sarà la festa. Viaggiando sulla grande barca in cielo il sole sarà al massimo. La festa sarà grande, come ogni anno, e verrà gente da ogni dove. La spianata vicino al Nuraghe è già pronta, pulita da erbacce ed escrementi. E’ agghindata con fiori e grandi vassoi di vimini e legno di olivo, pronti ad accogliere montagne di cibo, pezzi di agnello, formaggi, pesci  e pane col miele. Il … Leggi tutto

4. Una giornata impegnativa

postato in: Storytelling | 0

di Marco Chilosi disegni di Gerolamo Exana   Domani sarà una giornata impegnativa, devo stare col gregge dopo il sorgere del sole, poi correre al Nuraghe manno per sorbirmi il fabbro Noke. Con i miei coetanei maschi, siamo sette, dobbiamo fare pratica di molte cose per ricevere il pugnale della transizione. Quello dell’anno prossimo, per noi, sarà il pugnale di legno. Lo potremo portare sul petto durante le cerimonie, le feste, le processioni. Quello di metallo leggero spetta … Leggi tutto

1 2 3 4 5 6 7 8 86