Le misteriose porte/finestre delle Domus

postato in: Senza categoria | 0

La misteriosa porta/ finestra delle Domus de Janas (mlqrt) In tantissime Domus de Janas del neolitico, le piccole o grandi case multiistanza scavate nella roccia dai sardi per i loro riti funerari, è possibile osservare una porta o una porta e più finestre, e talvolta una falsa porta o una falsa finestra all’interno dei meandri. Lo scopo di queste ha un significato ben preciso tant’è vero che nelle tombe etrusche, due millenni dopo questo espediente viene riproposto, Per … Leggi tutto

La pietra, l’acqua e i metalli

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Su Casteddu ‘e Fanari domina il vasto tratto di Campidano che confina a sud est con lo stagno di S.Gilla. Nel territorio alle sue spalle si segnalano, tra gli altri, gli antichi siti minerari di Niu Crobu, Su Filixi, Tuviois, Monte Caboni, Monte Idda e la miniera di Trempa Concalis – Sa Rutedda. Si può razionalmente presumere che la valle sottostante, un tempo comprendesse alcuni affluenti del rio Mannu, oggi ridotti a semplici ruscelli, che … Leggi tutto

UNA LEGGE REGIONALE PER I NURAGHI

postato in: Senza categoria | 0

di Antonello Gregorini Nel corso della campagna elettorale per le Regionali c’è chi ha annunciato la presentazione di una proposta di legge che porti al centro del nostro sistema economico, turistico e culturale, la valorizzazione dei nuraghi o, meglio, del patrimonio di quel periodo protostorico. Quali caratteristiche dovrebbe avere questa proposta è la domanda che ci siamo posti noi che abbiamo ideato NURNET già nel momento fondativo. Noi pensiamo che si possa e si debba valorizzare il nostro … Leggi tutto

Un nuraghe vicino al cielo

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Il Bau ‘e Tanca è uno dei nuraghi più “alti” della Sardegna, essendo posizionato a 1122 metri s.l.m., sulla cima di un altipiano che ricade in territorio di Talana. Alcuni altri nuraghi sono situati a una quota superiore e tra questi si annoverano in particolare il Ruinas (o Orruinas) di Arzana, che Giovanni Lilliu indicava come il più alto della Sardegna, essendo ubicato a 1197 metri s.l.m. e l’Ura ‘e Sole di Desulo, purtroppo in … Leggi tutto

Cercasi mamma delle pintadere

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Il villaggio S’Urbale di Teti conta finora una cinquantina di capanne a pianta circolare, realizzate per la maggior parte con filari di blocchi di granito locale appena sbozzati e presumibilmente risalenti a un periodo che va dal bronzo medio alla prima età del ferro (XVI-VIII sec. A.C.). Un modello di capanna è stato inoltre riprodotto all’interno del museo cittadino. Tra i vari ritrovamenti archeologici è da segnalare quello di una pintadera che secondo quanto si … Leggi tutto

LO SCAVO DI UN POZZO NURAGICO

postato in: Senza categoria | 0

di GIUSI GRADOLI Nel paese tutti parlavano del pozzo sacro nuragico, si conosceva l’area in cui gli anziani ricordavano di aver giocato su quella lunga scalinata che dalla parte alta dell’altopiano, in prossimità di un grande nuraghe e di un villaggio di capanne ora distrutte, portava direttamente all’interno della camera dell’acqua. Si raccontava d’ingenti tesori rinvenuti in prossimità dell’apertura (chiaramente portati via dai tombaroli) e ognuno aveva almeno un aneddoto da riferirci…. La vegetazione negli anni era cresciuta … Leggi tutto

La rigenerazione della vita

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès L’immagine panoramica è stata scattata dall’anfiteatro naturale di Montessu a Villaperuccio, avendo alle spalle la splendida e notissima necropoli a domus de janas. Sull’antistante piana di Terrazzu spiccano alcune colline che riproducono il profilo di una donna gravida (evidenziato in bianco). E’ forse questa una delle ragioni che, a quei tempi, aveva indotto le popolazioni locali a scegliere questo luogo magico per realizzarvi le proprie sepolture, proprio perché il profilo della donna partoriente rappresentava un … Leggi tutto

Shardana e Fenici uniti dalla storia

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Il 7 Luglio 2012, sul blog di Gianfranco Pintore era apparso un articolo di Giovanni Ugas, riproposto quindi da Pierluigi Montalbano, in cui il nostro illustre archeologo esponeva alcune sue interessanti considerazioni espresse nel corso di un convegno tenutosi presso l’università israeliana di Haifa. Il professor Ugas, nell’identificare “gli shardana con i sardi” (opinione non di poco conto), ipotizzava un loro insediamento in territorio fenicio, avvenuto a seguito dell’invasione dei Popoli del Mare. Lo stesso … Leggi tutto

I segreti delle domus de janas

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Le domus de janas rappresentavano metaforicamente il ventre materno, in cui il defunto era deposto in posizione fetale per rinascere a nuova vita. Come racconta l’amico Nurnet Giorgio Pala, non è infrequente il caso di “domus” nelle quali, ricorrendo a opportune pendenze, penetrava l’acqua meteorica, a simboleggiare il liquido amniotico. Nei pressi e/o dentro queste sepolture, le offerte per le anime degli estinti erano depositate in coppelle scavate nella roccia e non è insolita la … Leggi tutto

COMPRENDERE IL SENSO DELLE MASCHERE TASSELLO DEL PUZZLE IDENTITARIO

postato in: Senza categoria | 0

 Di Giovanna Porcu (socia NURNET, psicoterapeuta, scrittrice e studiosa della mente) ^^^^^ Un nuovo tassello si aggiunge al puzzle di coloro che studiano la maschera. Al dipinto di Tuvixeddu, agli amuleti, alle maschere conservate a Londra, Cagliari, Oristano e Sassari se ne aggiunge un’altra molto importante, stavolta di bronzo, di fattezze nuragiche, risalente secondo le analisi del metallo, all’VIII sec. a.C. presente nel museo di Monaco. La descrizione che ne dà il catalogo pubblicato per la mostra di … Leggi tutto

1 60 61 62 63 64 65 66