Su Carrabusu

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Lo scarabeo “stercorario” che nell’antico Egitto rappresentava il dio solare Khepri o Kheper (il sole del mattino), in Sardegna prende il nome di “carrabusu”, vocabolo scindibile nei termini geroglifici Ka (spirito), Ra (sole) e Bs, ideogramma o determinativo del dio Bes, o Bisu, che secondo l’egittologa Maria Carmela Betrò è una “forma popolare del dio solare”. In lingua italiana il Khepri egizio è chiamato “scarabeo”, vocabolo evidentemente simile al nostro “Carrabusu” che, secondo la ricercatrice … Leggi tutto

L’anacronismo dei piccoli Dolmen

postato in: Senza categoria | 0

“In un circolo culturale paesano, da ragazzo ebbi modo di ascoltare alcune disquisizioni sulle tombe di quei giganti che avevano costruito i nuraghi, in occasione di casuali scambi d’idee avvenute fra due autorevoli esponenti della cultura locale, forse i maggiori. Non avevo mai sentito parlare prima di queste inquietanti testimonianze d’uomini straordinari e la cosa mi resto tanto affascinante quanto vaga e fumosa. Si parlò di pietre poste in circolo, di una gran lastra verticale e della fossa … Leggi tutto

Il mistero delle statue di Monte Prama

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Qualche giorno fa Claudia Flore ha pubblicato sul profilo fb Nurnet un post in cui si domandava il motivo per cui le statue di Monte Prama indossassero l’”Efod”, il pettorale del gran sacerdote ebreo. Occorre innanzitutto precisare che l’”Efod” era una veste sacra indossata da Aronne, dal fratello e dai figli, sacerdoti di Jahwè (ma anche combattenti al fianco di Mosè), stretto alla vita da una cintura fatta di un solo pezzo (Esodo 28), mentre … Leggi tutto

Il lungo e sinuoso pensiero della mente nuragica giunto fino a noi.

postato in: Senza categoria | 0

“Per certi versi la Sardegna è eccessiva: troppo mare, troppe montagne, troppo sole, troppo selvatico, troppo strano. Ma di una cosa si deve essere certi: ci si ammala di mal di Sardegna, come si dice dell’Africa. E tutti i suoi abitanti hanno tale malattia, contratta sin dall’infanzia più tenera, e i turisti se ne ammalano sin dalla prima visita occasionale.” (Giovanni Caruso) Anni fa divenni molto amico di un pastore che aveva l’azienda in una regione situata a … Leggi tutto

Luxia Arrabiosa e l’ossidiana

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès Si narra che in una calda giornata di luglio, mentre due sposi giungevano felici a Masullas dopo aver celebrato le nozze a Siddi, paese della sposa, si fermarono ad ascoltare l’armonia delle campane del paese, che in quel momento accompagnavano la solenne processione della Vergine Gloriosa per la festività della Visitazione. La sposa, a un tratto, dopo averne ascoltato con attenzione il suono, rivolgendosi allo sposo disse con leggerezza: «Questo è il famoso suono delle … Leggi tutto

Funtana Raminosa

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès “….Dopo Gerione, su Tartesso regnò Gargoris, il quale aveva scoperto come allevare le api e avviare la produzione del miele. A quei tempi” continuò Danu rivolgendosi al giovane Kau che lo ascoltava attento “ le ricchezze di Tartesso facevano gola a molti e per difendersi dai malintenzionati, Gargoris poteva contare su un copioso contingente di Cureti, sue guardie scelte, armate con lance e spade di bronzo, che dopo qualche vittoria o in determinate occasioni importanti, … Leggi tutto

FRITUM JANII- FRIGIANO – CASTELGENOVESE – CASTELSARDO, MA PRIMA ANCORA… CASTELNURAGICO?

postato in: Senza categoria | 0

di Antonello Gregorini Si legge su wikipedia riguardo la storia di Castelsardo: – La particolare posizione, oltre all’esistenza di piccoli approdi naturali, contribuì sicuramente alla scelta del luogo come sede di antichi centri abitati. Tralasciando le motivazioni e le dislocazioni dei numerosi insediamenti pre-nuragici e nuragici per i quali si stanno effettuando studi sempre più approfonditi anche in collegamento con la storia del Mediterraneo, va detto che già i romani costruirono le loro abitazioni nelle vicinanze dell’odierno porto … Leggi tutto

Cagliari agli albori della storia

postato in: Senza categoria | 0

di Giorgio Valdès La bella foto di Gianni Alvito ritrae una notevole porzione del promontorio di S.Elia/Sella del Diavolo. La frequentazione del promontorio di S.Elia risale al neolitico recente (VI-V millennio a.C.), con i primi ritrovamenti di indizi di vita preistorica nella Grotta di S.Elia (scavi realizzati da Enrico Atzeni) e nelle Stazioni all’aperto della Sella del Diavolo o Marina Piccola (A.Taramelli). Al neolitico medio (IV millennio a.C.) risale il ritrovamento di un vaso biansato presso la grotta … Leggi tutto

La festa NURNET di primavera

postato in: Senza categoria | 0

 Per noi della Fondazione è un momento molto importante perché si tratta del primo incontro conviviale dalla nascita. Il fulcro delle attività sarà l’azienda Porcu, vasta sessanta ettari, in cui è compreso il nuraghe Crabia, notevole monotorre, a doppia tolos, ancora in ottime condizioni. L’azienda è dotata di sale mungitura, laboratori e stalla che per l’occasione sono stati resi fruibili e disinfettati. Per intrattenere piacevolmente i nostri ospiti abbiamo pensato questo programma di attività: ·         Ingresso da Bauladu, … Leggi tutto

1 62 63 64 65