Risultati della ricerca


#immagini: 1862

Tomba dei giganti di Bruncu Bullai
La tomba viene anche documentata da alcuni libri. Vi riporto alcune informazioni. Dal libro Funtana Crobeta di Maria Rosaria Manunza. La tomba dei giganti di Bruncu Bullai è ubicata a 3,5 km in linea d'aria ad Est-Sud-Est di Villasalto, raggiungibile per una contorta strada di penetrazione agraria che nell'ultimo tratto è percorribile soltanto a piedi. La tomba è situata sulla sommità di una collinetta, a quota 605 s.l.m, che si presenta a Sud-Ovest con un dolce pendio recintato a vari livelli, mentre i lati Est e Nord cadono a strapiombo sulla vallata sottostante, nella zona denominata Cardera limitrofa al corso del Flumendosa. Il Monumento funerario poggia sullo strato roccioso naturale, di scisto, affiorante in superficie che si presenta in blocchi distinti, formando un suggestivo lastricato naturale. La tomba di giganti è del tipo a filari costruita con lastre di scisto, lunghe circa 1 metro, di cui si conservano, in situ, 6 filari del paramento esterno della camera e 8 filari dell'esedra. L'esedra è rivolta a Sud-Sud Est: l'ala Ovest è parzialmente coperta dal crollo dei filari superiori, l'ala est manca, arriva quasi allo strapiombo che si affaccia sulla valle del Flumendosa offrendo al visitatore uno spettacolo di incomparabile bellezza. Il portello al centro dell'esedra è costruito a struttura dolmenica, con due lastroni posti di coltello e uno soprastante; manca il finestrello di scarico. L'esedra di raccorda al paramento esterno della camera con una linea concava. Il vano funerario va restringendosi in larghezza verso l'ingresso e risulta diviso in due settori da un muretto di pietre di piccole dimensioni
Su de Crabaxeddu – Tomba dei Giganti II
In questo territorio erano presenti due tombe dei giganti poste a circa 100 mt l’una dall’altra. La seconda è quella che si conserva in misura più leggibile, seppur, per la gran parte della sua estensione, risulti essere coperta dalla vegetazione e con le pareti ostruite dal crollo. La tomba che mostra la sua struttura con più difficoltà ha, con molta probabilità, la camera di forma rettangolare, realizzata con grossi massi di diverse dimensioni, appena sbozzati.
Su de Crabaxeddu – Tomba dei Giganti II
In questo territorio erano presenti due tombe dei giganti poste a circa 100 mt l’una dall’altra. La seconda è quella che si conserva in misura più leggibile, seppur, per la gran parte della sua estensione, risulti essere coperta dalla vegetazione e con le pareti ostruite dal crollo. La tomba che mostra la sua struttura con più difficoltà ha, con molta probabilità, la camera di forma rettangolare, realizzata con grossi massi di diverse dimensioni, appena sbozzati.
Su de Crabaxeddu – Tomba dei Giganti II
In questo territorio erano presenti due tombe dei giganti poste a circa 100 mt l’una dall’altra. La seconda è quella che si conserva in misura più leggibile, seppur, per la gran parte della sua estensione, risulti essere coperta dalla vegetazione e con le pareti ostruite dal crollo. La tomba che mostra la sua struttura con più difficoltà ha, con molta probabilità, la camera di forma rettangolare, realizzata con grossi massi di diverse dimensioni, appena sbozzati.
Su de Crabaxeddu – Tomba dei Giganti II
In questo territorio erano presenti due tombe dei giganti poste a circa 100 mt l’una dall’altra. La seconda è quella che si conserva in misura più leggibile, seppur, per la gran parte della sua estensione, risulti essere coperta dalla vegetazione e con le pareti ostruite dal crollo. La tomba che mostra la sua struttura con più difficoltà ha, con molta probabilità, la camera di forma rettangolare, realizzata con grossi massi di diverse dimensioni, appena sbozzati.
TOMBA DEI GIGANTI SU PICANTE
Mulargia Marco - Tesi di Laurea Breve descrizione : situata su di un pianoro adiacente il rio Caddare, la tomba si trova a breve distanza dal sito di Lettu Rucratu. La sepoltura, che prima delle attività di scavo e restauro presentava grosse manomissioni effettuate con mezzi meccaniche che hanno asportato parte della camera e dell’esedra,era costruita con tecnica ortostatica. Il sito ha restituito materiali databili all’inizio del BM
TOMBA DEI GIGANTI SU PICANTE
Mulargia Marco - Tesi di Laurea Breve descrizione : situata su di un pianoro adiacente il rio Caddare, la tomba si trova a breve distanza dal sito di Lettu Rucratu. La sepoltura, che prima delle attività di scavo e restauro presentava grosse manomissioni effettuate con mezzi meccaniche che hanno asportato parte della camera e dell’esedra,era costruita con tecnica ortostatica. Il sito ha restituito materiali databili all’inizio del BM
TOMBA DEI GIGANTI SU PICANTE
Mulargia Marco - Tesi di Laurea Breve descrizione : situata su di un pianoro adiacente il rio Caddare, la tomba si trova a breve distanza dal sito di Lettu Rucratu. La sepoltura, che prima delle attività di scavo e restauro presentava grosse manomissioni effettuate con mezzi meccaniche che hanno asportato parte della camera e dell’esedra,era costruita con tecnica ortostatica. Il sito ha restituito materiali databili all’inizio del BM
TOMBA DEI GIGANTI SU PICANTE
Mulargia Marco - Tesi di Laurea Breve descrizione : situata su di un pianoro adiacente il rio Caddare, la tomba si trova a breve distanza dal sito di Lettu Rucratu. La sepoltura, che prima delle attività di scavo e restauro presentava grosse manomissioni effettuate con mezzi meccaniche che hanno asportato parte della camera e dell’esedra,era costruita con tecnica ortostatica. Il sito ha restituito materiali databili all’inizio del BM
TOMBA DEI GIGANTI SU ITICHINZU
Mulargia Marco - Tesi di Laurea Breve descrizione : la tomba si presenta di piccole dimensioni e costruita con tecnica ortostatica. Sconvolta per opera di scavi abusivi, durante le attività di scavo e restauro operate nel 1996, sono stati rinvenuti i frammenti di una ciotola carenata di forma particolare, che non trova confronti in Sardegna, nel 2008 sono stati recuperati svariati elementi di collana in pasta vitrea.
TOMBA DEI GIGANTI SU ITICHINZU
Mulargia Marco - Tesi di Laurea Breve descrizione : la tomba si presenta di piccole dimensioni e costruita con tecnica ortostatica. Sconvolta per opera di scavi abusivi, durante le attività di scavo e restauro operate nel 1996, sono stati rinvenuti i frammenti di una ciotola carenata di forma particolare, che non trova confronti in Sardegna, nel 2008 sono stati recuperati svariati elementi di collana in pasta vitrea.
Menu