Risultati della ricerca


#immagini: 60

DONNA DI TETI CON “CAPPELLO DA STREGA”
9) DONNA DI TETI CON "CAPPELLO DA STREGA" Nome: Donna di Teti con "cappello da strega" Professione: sconosciuta, forse sciamana o guaritrice Altezza: 11 cm Aspetto: benedicente ed elegante Vestiario: copricapo con punta molto alta, mantello con scollo frangiato, tunica lunga e aderente chiusa sul davanti, balza pieghettata, acconciatura accurata con scriminature e quattro trecce Luogo di ritrovamento: TETI - Abini (NU) Residenza attuale: Museo Archeologico di Cagliari Segni particolari: bronzetto con piedi e parte delle mani mancanti Curiositá: il medesimo cappello realizzato con fibre vegetali intrecciate è utilizzato ancora oggi dalle donne yemenite di etnia Hadramaut e Tihama. Negli anni '80 e '90 furono inoltre ritrovate in Cina nella zona desertica del Taklamakan numerose mummie di 4000 anni fa di uomini e donne di ceppo europeo-caucasico con i capelli biondi e rossi e gli occhi chiari. Tra queste, una mummia di donna con trecce bionde, vestita con lunghi abiti in lana rossa e un cappello enorme alto 70 cm del tutto simile nella forma a quello del bronzetto di Teti fotografie dal web
Comune: TETI
Prov:
Autore:
GUERRIERO di Teti MASCHERATO
11) GUERRIERO MASCHERATO Nome: Guerriero mascherato con frombole Professione: guerriero Altezza: 14,6 cm Aspetto: armato di frombole (tipo di arma da lancio molto antica: è una fionda composta da una sacca contenente il proiettile di sasso, pietra o piombo con due lacci, uno dei quali termina con un cappio). Vestiario: elmetto conico con pennacchio e paranuca, maschera con quattro occhi con legatura sottomento, due frombole portate a tracolla, giacca con imbracatura a braccia finte per sostenere forse doppio scudo e stocchi, tunica con tripla balza Luogo di ritrovamento: TETI - Abini (NU) Residenza attuale: Museo Archeologico di Cagliari Segni particolari: il bronzetto è molto danneggiato (arti superiori mancanti, pennacchio danneggiato, etc.), tuttavia si nota ancora chiaramente il particolare della legatura della maschera bellica che ricorda molto il sistema di fissaggio con fasce di stoffa usato per le maschere dei cavalieri della Sartiglia di Oristano CURIOSITA’: nella grotta Verde di Capo Caccia (Alghero), il Segre rinvenne nel 1952 dei graffiti risalenti all’Eneolitico (2800-1800 a.C.) che mostravano una figura umana con quattro braccia Fotografia di G. Exana Immagine del lancio della frombola presa dal web
Comune: TETI
Prov:
Autore: Gerolamo Exana
UOMO DI TETI
12) UOMO DI TETI Nome: Uomo di Teti Professione: sconosciuta Altezza: 12 cm Vestiario e aspetto: morbido berretto in stoffa, capelli di media lunghezza, indossa solo un corto gonnellino con allacciatura frontale, gambe protette da gambali, piedi scalzi; con una mano impugna un bastone appoggiato sulla spalla, con l'altra mano forse porgeva un'offerta Luogo di ritrovamento: TETI, Abini (NU) Residenza attuale: Museo Archeologico di Cagliari Segni particolari: gli alti gambali, forse in cuoio o in pelle nella realtá, arrivavano a coprire le ginocchia e sono legati posteriormente con stringhe fotografie di G. Exana
Comune: TETI
Prov:
Autore: Gerolamo Exana
UOMO DI TETI
12) UOMO DI TETI Nome: Uomo di Teti Professione: sconosciuta Altezza: 12 cm Vestiario e aspetto: morbido berretto in stoffa, capelli di media lunghezza, indossa solo un corto gonnellino con allacciatura frontale, gambe protette da gambali, piedi scalzi; con una mano impugna un bastone appoggiato sulla spalla, con l'altra mano forse porgeva un'offerta Luogo di ritrovamento: TETI, Abini (NU) Residenza attuale: Museo Archeologico di Cagliari Segni particolari: gli alti gambali, forse in cuoio o in pelle nella realtá, arrivavano a coprire le ginocchia e sono legati posteriormente con stringhe fotografie di G. Exana
Comune:
Prov:
Autore: Gerolamo Exana
GUERRIERO CORAZZATO DI TETI
15) GUERRIERO CORAZZATO DI TETI Nome: Guerriero corazzato di Teti Professione: guerriero Altezza: 14,5 cm Vestiario e aspetto: elmo ogivale con doppio giro di borchie, pennacchio e paranuca, bottone sulla cima; quattro trecce di capelli ritorti a boccolo, tunica semplice, giacca corazzata e decorata con chiusura frontale, schinieri molto alti e decorati, sandali, impugna un bastone costolato (o doppio bastone), appeso posteriormente c'è un piccolo scudo tondo con umbone centrale Luogo di ritrovamento: TETI, Abini (NU) Residenza attuale: Museo Archeologico di Cagliari Segni particolari: bronzetto parzialmente danneggiato, mano mancante e bastone spezzato CURIOSITÀ: a tracolla il guerriero porta un oggetto: potrebbe essere un pugnale oppure una conchiglia (da utilizzare ad esempio come corno naturale per inviare un suono, un segnale, un allarme). fotografie di G. Exana
Comune: TETI
Prov:
Autore: Gerolamo Exana
DONNA ORANTE DI TETI
25) DONNA ORANTE DI TETI Nome: donna orante o donna di Teti con cappuccio Professione: sconosciuta Altezza: 8,5 cm Vestiario e aspetto: indossa una lunga tunica chiusa sul davanti con ampia balza plissettata, una mantellina con frange decorate sulle spalle che copre le braccia sino ai gomiti. Il capo è coperto da un cappuccio facente parte probabilmente della mantellina. Piedi scalzi e informi, leggermente distanziati. Luogo di ritrovamento: TETI (NU), loc. Abini Residenza attuale: Museo Archeologico di Cagliari Segni particolari: Lilliu descrive nel 1966 il supporto del bronzetto - oggi rimosso: "supporto a forcella che conserva la massa dell'impiombatura". Le braccia sotto il gomito e le falde della mantella sono mancanti. Curiositá: la mantellina, la balza plissettata, il capo coperto ...sono particolari che possiamo ritrovare negli odierni costumi sardi femminili fotografie di G. Exana Per approfondimenti: G. Lilliu "Sculture della Sardegna Nuragica" - ed. ILISSO ( pag. 303)
Comune: TETI
Prov:
Autore: Gerolamo Exana
SACERDOTESSA (O SACERDOTE) DI TETI
26) SACERDOTESSA (O SACERDOTE) DI TETI Nome: Sacerdotessa (o sacerdote) Professione: sconosciuta Altezza: 5,5 cm Vestiario e aspetto: piedi informi ancora immersi nella massa di piombo che probabilmente fissava il bronzetto alla tavola dell'offerta; tunica e manto scendono sino alle caviglie; sul capo secondo Lilliu porta un tutulo, antico cappello di forma conica utilizzato da sacerdoti e sacerdotesse. Ai lati del volto pendono due trecce tortuose che ricadono sul petto Luogo di ritrovamento: TETI (NU), località Abini Residenza attuale: Museo Archeologico di Cagliari Segni particolari: le braccia sotto il gomito sono mancanti CURIOSITÁ: per Lilliu questo bronzetto è un "deforme sgorbio", uno "sconcio nanerottolo", una caricatura non voluta "derivata meccanicamente dall'imperizia e dalla fretta di una tecnica di maniera"... Opera quindi malriuscita di un maestro non tanto bravo... ...o forse chissà ... magari si trattava di una bambola o di un ex-voto per una bimba offerto alla divinitá? ? fotografie di G. Exana
Comune: TETI
Prov:
Autore: Gerolamo Exana
DONNA DI TETI CON “CAPPELLO DA STREGA”
Nome: Donna di Teti con "cappello da strega" Professione: sconosciuta, forse sciamana o guaritrice Altezza: 11 cm Aspetto: benedicente ed elegante Vestiario: copricapo con punta molto alta, mantello con scollo frangiato, tunica lunga e aderente chiusa sul davanti, balza pieghettata, acconciatura accurata con scriminature e quattro trecce Luogo di ritrovamento: TETI - Abini (NU) Residenza attuale: Museo Archeologico di Cagliari Segni particolari: bronzetto con piedi e parte delle mani mancanti Curiositá: il medesimo cappello realizzato con fibre vegetali intrecciate è utilizzato ancora oggi dalle donne yemenite di etnia Hadramaut e Tihama. Negli anni '80 e '90 furono inoltre ritrovate in Cina nella zona desertica del Taklamakan numerose mummie di 4000 anni fa di uomini e donne di ceppo europeo-caucasico con i capelli biondi e rossi e gli occhi chiari. Tra queste, una mummia di donna con trecce bionde, vestita con lunghi abiti in lana rossa e un cappello enorme alto 70 cm del tutto simile nella forma a quello del bronzetto di Teti
Comune:
Prov:
Autore:
Menu