Costruzioni Atipiche

A queste categoria appartengono tutte le tipologie di monumenti non ascrivibili alle ordinarie classificazioni.
Fra queste per esempio vi sarà lo Ziqqurat di Monte D’Accoddi, Circoli litici, pietre particolari o manufatti che possano avere una rappresentazione significativa nel mondo e nell’immaginario del periodo nuragico.

Muraglia megalitica di Punta Corrales
Non si sa bene cosa sia di sicuro, forse un Unicum che racchiude in se la tomba dei giganti, il trilitico dolmen, e la fortezza nuragica. Di certo un luogo molto importante per la difesa del territorio e del clan. E'' un luogo sacro a tutti gli effetti, e non è esagerazione pensare alla rupe presente dove si effettuava il rito dell''Accabadora. mu.
Fortezza prenuragica di monte S’Arrocu
La fortezza nuragica di "Punta de s'Arroccu" si trova precisamente nella regione molto ampia denominata "Elighia", proprio nel crinale di "Sassu Altu ad una quota di metri 598 s.l.m. quando questo guarda nel sottostante territorio di "su Campu de Othieri". La sua imponenza in termini di sviluppo e dei grossi monoliti che la costituiscono, ne fa un esempio di opera militare ciclopica. E' di forma abbastanza irregolare e il muro di cinta che la costituisce, largo dai tre ai quattro metri, non segue un disegno regolare, ma, da l'impressione che voglia unire tutti gli spuntoni di roccia esistenti in natura, inglobandoli in un unico insieme. I grandi massi poligonali di trachite sono sistemati organicamente tra pietre più piccole talora bene sbozzate.
Comune: CHIARAMONTI
Prov: Sassari
Autore: Mario Unali
Fortezza prenuragica di monte S’Arrocu
La fortezza nuragica di "Punta de s'Arroccu" si trova precisamente nella regione molto ampia denominata "Elighia", proprio nel crinale di "Sassu Altu ad una quota di metri 598 s.l.m. quando questo guarda nel sottostante territorio di "su Campu de Othieri". La sua imponenza in termini di sviluppo e dei grossi monoliti che la costituiscono, ne fa un esempio di opera militare ciclopica. E' di forma abbastanza irregolare e il muro di cinta che la costituisce, largo dai tre ai quattro metri, non segue un disegno regolare, ma, da l'impressione che voglia unire tutti gli spuntoni di roccia esistenti in natura, inglobandoli in un unico insieme. I grandi massi poligonali di trachite sono sistemati organicamente tra pietre più piccole talora bene sbozzate.
Comune: CHIARAMONTI
Prov: Sassari
Autore: Mario Unali
Menu