Risultati della ricerca


#immagini: 1031

Su Crastu de Santu Eliseu
La pietra di Sant Eliseo è un grosso masso erratico che si trova sulle pendici inferiori del Monte Santu, nel territorio di Mores. Utilizzato in vari periodi, fu dapprima una Tomba Preistorica del Neolitico, poi riadattata dai romani ed infine divenne una Chiesa bizantina dedicata a Sant Eliseo. La domus presenta un piano terra ed un primo piano, che ricordano le case delle fate, (in sardo, appunto, Domus De Janas).
Comune: MORES
Prov: Sassari
Autore: Sergio Melis
Codice Geo: NUR7582
> Scheda Geoportale
Su Crastu de Santu Enoch
Sulle pendici del "Monte Santo" tre differenti massi ospitano antiche tombe neolitiche lungo un percorso di ascesa. Tre massi erratici in cui sono state scavate le tombe. Nel primo masso che si incontra dirigendosi verso la cima, Su Crastu de Santu Eliseu, che dà il nome al sito, la domus è stata riadattata a luogo di culto cristiano. Si incontra poi Su Crastu de Santu Elia ed infine Su Crastu de Santu Enoch che presenta una domus con due belle protomi taurine.
Su Crastu de Santu Enoch
Sulle pendici del "Monte Santo" tre differenti massi ospitano antiche tombe neolitiche lungo un percorso di ascesa. Tre massi erratici in cui sono state scavate le tombe. Nel primo masso che si incontra dirigendosi verso la cima, Su Crastu de Santu Eliseu, che dà il nome al sito, la domus è stata riadattata a luogo di culto cristiano. Si incontra poi Su Crastu de Santu Elia ed infine Su Crastu de Santu Enoch che presenta una domus con due belle protomi taurine.
Su Crastu de Santu Enoch
Sulle pendici del "Monte Santo" tre differenti massi ospitano antiche tombe neolitiche lungo un percorso di ascesa. Tre massi erratici in cui sono state scavate le tombe. Nel primo masso che si incontra dirigendosi verso la cima, Su Crastu de Santu Eliseu, che dà il nome al sito, la domus è stata riadattata a luogo di culto cristiano. Si incontra poi Su Crastu de Santu Elia ed infine Su Crastu de Santu Enoch che presenta una domus con due belle protomi taurine.
Su Crastu de Santu Enoch
Sulle pendici del "Monte Santo" tre differenti massi ospitano antiche tombe neolitiche lungo un percorso di ascesa. Tre massi erratici in cui sono state scavate le tombe. Nel primo masso che si incontra dirigendosi verso la cima, Su Crastu de Santu Eliseu, che dà il nome al sito, la domus è stata riadattata a luogo di culto cristiano. Si incontra poi Su Crastu de Santu Elia ed infine Su Crastu de Santu Enoch che presenta una domus con due belle protomi taurine.
Su Crastu de Santu Enoch
Sulle pendici del "Monte Santo" tre differenti massi ospitano antiche tombe neolitiche lungo un percorso di ascesa. Tre massi erratici in cui sono state scavate le tombe. Nel primo masso che si incontra dirigendosi verso la cima, Su Crastu de Santu Eliseu, che dà il nome al sito, la domus è stata riadattata a luogo di culto cristiano. Si incontra poi Su Crastu de Santu Elia ed infine Su Crastu de Santu Enoch che presenta una domus con due belle protomi taurine.
Dolmen Corizzola
Parzialmente inglobato in un muretto a secco e conserva ancora in situ soltanto tre piedritti (0.35x0.22 di spess. – alt. 0.50; 0.80x0.30 di spess. – alt. 0.50; 0.60x0.15 di spess. – alt. 0.50;) e la tavola di copertura (m. 1.70x1.52x0.52/0.40 di spess.); un altro ortostato si intuisce al di sotto del muretto. Numerose lastre sparse intorno alla sepoltura domenica, stanno ad indicare l’esistenza di un peristalite di cui ora non resta altra traccia.
Comune: BIRORI
Prov: Nuoro
Autore: Sergio Melis
Codice Geo: NUR9754
> Scheda Geoportale
Dolmen Corizzola
Parzialmente inglobato in un muretto a secco e conserva ancora in situ soltanto tre piedritti (0.35x0.22 di spess. – alt. 0.50; 0.80x0.30 di spess. – alt. 0.50; 0.60x0.15 di spess. – alt. 0.50;) e la tavola di copertura (m. 1.70x1.52x0.52/0.40 di spess.); un altro ortostato si intuisce al di sotto del muretto. Numerose lastre sparse intorno alla sepoltura domenica, stanno ad indicare l’esistenza di un peristalite di cui ora non resta altra traccia.
Comune: BIRORI
Prov: Nuoro
Autore: Sergio Melis
Codice Geo: NUR9754
> Scheda Geoportale
Dolmen Corizzola
Parzialmente inglobato in un muretto a secco e conserva ancora in situ soltanto tre piedritti (0.35x0.22 di spess. – alt. 0.50; 0.80x0.30 di spess. – alt. 0.50; 0.60x0.15 di spess. – alt. 0.50;) e la tavola di copertura (m. 1.70x1.52x0.52/0.40 di spess.); un altro ortostato si intuisce al di sotto del muretto. Numerose lastre sparse intorno alla sepoltura domenica, stanno ad indicare l’esistenza di un peristalite di cui ora non resta altra traccia.
Comune: BIRORI
Prov: Nuoro
Autore: Sergio Melis
Codice Geo: NUR9754
> Scheda Geoportale
Menu