Risultati della ricerca


#immagini: 1711

Nuraghe Monte Crastu
Alla fase Abealzu sono attribuiti i pochi materiali conosciuti provenienti dal riparo A1 di Monti Crastu, utilizzato come sepoltura e violato da scavi clandestini. Le dimensioni e la posizione dei protonuraghi di Monti Crastu e Monti Mannu inducono a credere che questi potessero essere i centri più importanti di cantoni o subcantoni protonuragici del Campidano, o almeno che, insieme agli altri protonuraghi complessi, potessero controllarne una grossa parte.
Nuraghe Monte Crastu
Alla fase Abealzu sono attribuiti i pochi materiali conosciuti provenienti dal riparo A1 di Monti Crastu, utilizzato come sepoltura e violato da scavi clandestini. Le dimensioni e la posizione dei protonuraghi di Monti Crastu e Monti Mannu inducono a credere che questi potessero essere i centri più importanti di cantoni o subcantoni protonuragici del Campidano, o almeno che, insieme agli altri protonuraghi complessi, potessero controllarne una grossa parte.
Nuraghe Monti Atziaddei
I protonuraghi di Serrenti per la maggior parte sono di piccole dimensioni e, per quanto osservabile, a pianta ellittica o irregolare. Sembrano di maggiori dimensioni quelli di Monti Mannu, Monti Atziaddei, Monti Crastu e Sa Corona, gli ultimi due forse ingranditi o ristrutturati tra BR e BFI. Attorno a questo protonuraghe vi sono tracce di un piccolo villaggio.
Menu