Un villaggio nuragico autarchico

di Antonello Gregorini VILLAGGI NURAGHE MANNU E NURAGHEDDU In molti conoscono il sito di Nuraghe Mannu, dominante Cala Gonone, esattamente sopra la spiaggia e la Codula Fuili. In pochissimi però sanno che qualche centinaio di metri più a monte esiste il villaggio nuragico Nuragheddu. Questo è uno dei più grandi della Sardegna ed è composto da più di 200 capanne, di diverse forme e dimensioni, prevalentemente in rovina e mai scavate. Le immagini aeree, estratte dal nostro Geoportale … Leggi tutto

L’assedio al nuraghe delle idee

  di Antonello Gregorini A Sassari, all’interno del museo Sanna, è rappresentato “l’Assedio del Nuraghe”, con gli arcieri nuragici che sembrano presidiare Fort Alamo. Questa immagine è il frutto dell’idea, ormai classica, del nuraghe visto come fortezza, pura e semplice. Chiunque di noi visitando un nuraghe, accompagnato dalla guida professionale, si sentirà offrire questa tesi. A me è successo di recente. Quando cortesemente ho chiesto se davvero gli potesse sembrare di buon senso questa affermazione mi sono sentito … Leggi tutto

Scientificità e censura del fantarcheosardismo

di Antonello Gregorini   Vi è un numeroso gruppo di persone che assegnano potere taumaturgico (miracoloso, portentoso, prodigiosoi) all’evento del fascio di luce che illumina specifiche parti di un nuraghe. Conosciamo l’evento della “luce del toro” e sappiamo che in tanti il giorno del solstizio si recano a visitare i nuraghi in cui si verifica. Di recente ho sentito un noto studioso, divulgatore e studioso dell’architettura e del paesaggio della Sardegna antica, affermare pubblicamente che “i nuraghi sono … Leggi tutto

Nuraghi, identità e del diritto di libera indagine

di Antonello Gregorini Niente permea il paesaggio della Sardegna quanto i nuraghi. La loro diffusione è talmente intensa e omogenea da caratterizzare il paesaggio. E’ naturale che chi indaghi il paesaggio  ricerchi in esso le ragioni del proprio essere, eserciti una forma di religiosità (religere), che appartiene al processo di COSTRUZIONE DELL’IDENTITA’. L’ analogo processo così come sviluppato dall’individuo è sviluppato dai gruppi, dalle organizzazioni e dai popoli. Chi vuole può approfondire su una bibliografia sconfinata che abbraccia … Leggi tutto

La Sardegna e le torri sul mare. La “Fort Knox” del 1200 a.C

postato in: Escursioni, Storytelling, Turismo | 0

di Giorgio Valdès Il capitolo XXXVII del libro di Sergio Frau “Le Colonne d’Ercole, un’inchiesta”, riporta un appassionato studio di Nicola Porcu -caro amico e socio fondatore Nurnet, scomparso nell’agosto del 2015-, riferito al “Sistema dei porti, degli approdi e dei nuraghi costieri della Sardegna”.   Scrive Frau: <<Un’altra cartina: l’ultima di questa stranissima galleria di mappe –reperto. Non c’era mica prima.   L’ha appena fatta –masso su masso, pallino si pallino, nuraghe su nuraghe- con santa pazienza, … Leggi tutto

La storia delle indagini che portarono al recupero di questo eccezionale campionario di opere d’arte, tra cui le tre sculture nuragiche

postato in: Storytelling | 0

di Roberto Lai, Luogotenente del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale del Corpo dei Carabinieri ———- I tre Bronzetti Nuragici fanno parte di un sequestro più ampio frutto di un grande lavoro del Reparto Operativo Carabinieri tutela Patrimonio Culturale. Un lotto di 337 reperti esposti al Colosseo per una esemplare conferenza stampa: un sequestro di valore inestimabile. I reperti erano nascosti in un magazzino svizzero di proprietà di un mercante giapponese. L’operazione è scattata in seguito alle indagini sui … Leggi tutto

Perché cerchiamo ATLANTIDE

postato in: EPICA SARDA, Storytelling | 0

di Antonello Gregorini Ogni volta che viene pubblicata una notizia sull’argomento Atlantide nascono polemiche. Non esiste solo Atlandide ma anche Tartesso; così come esiste “l’isola Sacra …nel bel occidente..nel mezzo del Grande Verde (Mediterraneo)”. Con le migliaia di Domus de Janas e poi le torri che costellano la Sardegna la connessione è immediata. L’Isola, la Sardegna, per noi certamente sacra, intanto, non se la passa per niente bene, sia per le condizioni dell’ambiente  delle aree sfruttate e abbandonate, sia nelle aree di servitù … Leggi tutto

In esclusiva Nurnet: la storia del recupero dell’arciere nuragico di Sant’Antioco raccontata dal protagonista

di Antonello Gregorini Intervista al luogotenente Roberto Lai, padre dell’arciere di Sant’Antioco ed eroe appassionato per la tutela del patrimonio archeologico Sardo e Italiano.   Dopo la vicenda del bracciale nuragico inviatoci da anonimo, all’interno dellla campagna mediatica a favore della restituzione e per l’emersione del tesoro nascosto, conservato in casa da molti cittadini, spesso loro malgrado; abbiamo chiesto un parere su l’argomento alla persona più rappresentativa della guerra contro il commercio di reperti archeologici, culturali e storici. Roberto … Leggi tutto

S’Omu ‘e sa nii, Villasalto

postato in: Escursioni, Storytelling | 0

  di Giovanni Usai Ciao amici di Nurnet ! In seguito alla nevicata di ieri notte ho visitato il sito de “s’omu de sa nii” in cima al monte Genis ( 980 m s.l.m ), Villasalto. Impossibile non notare questi grandi pozzi dal diametro di circa 6 metri. Vorrei sapere : sapete a che epoca risalgono? avete mai visto pozzi simili in giro per la Sardegna ? Per cosa venivano utilizzati? Un amico tempo fa mi disse che … Leggi tutto

BRACCIALE DI PRESUMIBILE EPOCA PREISTORICA SARDA RICEVUTO DA ANONIMO MITTENTE

postato in: EPICA SARDA, Storytelling | 0

Attraverso posta è arrivato presso la sede di Nurnet un plico, da uno pseudo mittente, contenente un reperto archeologico, all’apparenza un bracciale di epoca preistorica. Mi piace supporre che qualcuno, avendo seguito per mesi e mesi le narrazioni di Nurnet, la campagna “Adotta un Nuraghe”, le reiterate note morali sul patrimonio unico dell’antica Civiltà Sarda, l’azione di acquisto dei quattro bronzetti presso la casa d’aste londinese dell’anno scorso, e in ultimo l’appello del 31 dicembre per “restituire ciò … Leggi tutto

1 2 3 4 5